“…e abbiamo contemplato la sua gloria” (Gv 1,14)

Esegesi del prologo giovanneo (cf. Gv 1,118)

Prof. Alessandro Cavicchia

II semestre

Requisiti. Per la proficua frequenza delle lezioni è opportuno che gli studenti abbiano seguito i corsi di sintassi greca ed ebraica.

Scopo del corso
a) Scopo generale del corso: Il corso si propone di introdurre lo studente allo studio del prologo giovanneo (cf. Gv 1,1-18) sullo sfondo giudaico espresso dalle Scritture ebraiche e dal linguaggio dualistico nei mss. del Mar Morto.
b) Competenze da acquisire: I partecipanti saranno iniziati alla familiarità con il testo greco di Gv 1,1-18, con il testo in lingua originale dei brani scritturistici e dei mss. del Mar Morto esaminati.
c) Capacità critiche da acquisire da parte dello studente: Lo studente sarà iniziato al confronto pertinente e critico tra Quarto Vangelo, Scritture ebraiche e mss. del Mar Morto, facendo ricorso prevalentemente al metodo intertestuale.

a) Tipo di corso: Esegesi NT.

b) Contenuto generale del corso: Dopo un breve status quaestionis sulla ricerca, si presenteranno una analisi delle particolarità sintattiche e stilistiche, le principali questioni di critica testuale e una proposta di struttura del prologo giovanneo.
Quale sfondo giudaico del brano in oggetto si studieranno alcune delle riprese terminologiche più significative in relazione a Gen 1; Prov 8; Sir 24.
Il linguaggio dualistico nei mss. del Mar Morto in 1QS III,13–IV,26 sarà pure considerato.

c) Metodologia di insegnamento: Il corso sarà sviluppato in lezione frontale, con l’ausilio di presentazione in PowerPoint, schemi, mappe concettuali.

Il corso prevede un esonero scritto a metà corso (non obbligatorio), ed esame orale sulla materia restante (o sull’intero corso per chi non avesse l’esonero).

Per l’esame è richiesta la presentazione di un articolo tra quelli indicati in bibliografia e la conoscenza del testo di Gv 1,1-18. È anche possibile presentare un elaborato scritto di circa 20 pp.

Se il numero degli studenti fosse ridotto, e con l’accordo di tutti i partecipanti al corso, si può anche offrire una impostazione di tipo seminariale, con elaborato scritto finale.

Oltre ai principali commentari del Quarto Vangelo (Brown, Bultmann, Keener, Fabris, Léon Du-four, Manns, Moloney, Schnackenburg, Simoens, Zumstein), si veda:

• M.C.de Boer, “The Original Prologue to the Gospel of John”, NTS 61 (2015) 448-467
• P. Borgen, “Logos was the true light: contributions to the interpretation of the prologue of John”, NT 14 (1972) 115-130
• R.A. Culpepper, “The Pivot of John’s Prologue”, NTS 27 (1980) 1-31
• C.A. Evans, Word and Glory: On the Exegetical and Theological Background of John’s Prologue, Sheffield 1993
• P. Van den Heede, Der Exeget Gottes: Studien zur johanneischen Offenbarungstheologie, (Herders Biblische Studien), Freiburg 2017
• A.J. Köstenberger, “John”, in D.A. Carson – G.K. Beale (ed.), Commentary on the New Testament Use of the Old Testament, Grand Rapids, MI – Nottingham 2007, 415-512
• I. de La Potterie, “Struttura letteraria del prologo di s. Giovanni”, in Studi di cristologia giovannea (Dabar 4), Casale Monferrato 1986, 31-57
• J. Painter, “The prologue of John: bridge into a new world”, in J. Havea et alii (ed.), Bible, Borders, Belonging(s): Engaging Readings from Oceania (Semeia Studies 75), Atlanta, GA 2014, 73-92
• W. Paroschi, Incarnation and Covenant in the Prologue to the Fourth Gospel (John 1:1-18), (Europäische Hochschulschriften 820), Frankfurt am Main – Berlin – Bern – Bruxelles – New York – Oxford – Wien 2014
• P.M. Phillips, The Prologue of the Fourth Gospel: A Sequential Reading (LNTS 294), London – New York 2006
• J.G. Van der Watt et alii (ed.), The Prologue of the Gospel of John: Its Literary Theological, and Philosophical Contexts. Papers Read at the Colloquium Ioanneum 2013 (WUNT 359), Tübingen 2016

Ulteriore bibliografia sarà indicata durante il corso.